Vai al contenuto

Pensiero e Progetto, conversazione con Orazio Carpenzano.

Il prossimo 18 aprile a Pisa si terrà il primo seminario del ciclo PENSIERO E PROGETTO curato da Lina Malfona e Riccardo Butini quali membri del Comitato Scientifico della Sezione Toscana, che vedrà vari appuntamenti tra Pisa e Firenze. Il primo appuntamento vedrà come lecturer l’architetto ORAZIO CARPENZANO.

La recente scomparsa di alcuni architetti italiani di fama internazionale, come Paolo Portoghesi e Vittorio Gregotti – personaggi che hanno incarnato il mito dell’architetto demiurgo, autore, intellettuale, storico, critico, direttore di riviste e promotore culturale – sembra segnare non solo la perdita di un insostituibile generazione di maestri ma anche la fine di un’epoca. In un paesaggio culturale dominato da nuovi paradigmi ambientali, etici, sociologici, tecnologici e geo-politici, l’autorialità sembra essersi disciolta nelle dinamiche del gruppo, del teamwork e dei collettivi.
Questa serie di lezioni si propone come una riflessione sui rapporti tra ricerca e progetto nel lavoro di alcuni architetti contemporanei. Nel 1975, lo storico dell’arte Filiberto Menna scrisse: “l’artista assume un atteggiamento analitico, sposta i procedimenti dal piano immediatamente espressivo o rappresentativo a un piano riflessivo, di ordine metalinguistico impegnandosi in un discorso sull’arte nel momento stesso in cui fa concretamente dell’arte”. Ciò che Menna definì come la “linea analitica dell’arte” descrive quella condizione in cui l’autore riflette sul suo stesso fare. Queste sue riflessioni inquadrano bene l’opera di alcuni architetti contemporanei, che lavorano tra passato e presente, tra lo studio della storia e l’uso ‘operativo’ della storia, che elaborano una propria filosofia di progetto anziché esprimere un mero punto di vista sul progetto. Come scrisse Costantino Dardi: “l’unica strada percorribile resta quella dell’architettura di ricerca, un’architettura che indaga le proprie motivazioni per perseguire il raggiungimento dei propri risultati formali”.

L’evento prevede il rilascio di 2 Cfp per Architetti mediante l’iscrizione tramite il portale servizi formazione del CNAPPC da parte dell’Ordine Architetti PPC di Pisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *